Obbligo di Defibrillatore per le ASD: quali Rischi per Chi Non è in Regola?

 

[“…al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attività sportiva non agonistica o amatoriale, dispone garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica, nonché linee guida per l’effettuazione di controlli sanitari sui praticanti e per la dotazione e l’impiego, da parte delle società sportive sia professionistiche sia dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita.”]

 

Il testo sopracitato è tratto dal Decreto del 24 aprile 2013, firmato dall’allora Ministro della Salute Renato Balduzzi, dal quale prende il nome. Il decreto sancisce l’obbligo di dotazione di defibrillatore DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) e di presenza di personale debitamente formato e aggiornato per tutte le Associazioni Sportive, sia quelle professionistiche (per le quali l’obbligo vige da anni) sia per quelle Dilettantistiche.

Per queste ultime, dopo ben 4 proroghe, la scadenza definitiva per uniformarsi alla legge cadeva lo scorso 30 giugno 2017.

Da allora, secondo i dati diffusi da alcune ricerche, le ASD che non si sono ancora uniformate agli obblighi di legge sono tante. Eppure, queste ultime rischiano sanzioni gravi, che vanno dall’interruzione delle attività all’accusa di omicidio colposo per il responsabile legale dell’ASD. Vediamo, nel dettaglio, chi ha l’obbligo di uniformarsi alla legge, cosa rischia se non lo fa, e quali agevolazioni può ottenere dall’acquisto di un Defibrillatore DAE.

 

  • Per chi è Obbligatorio il Defibrillatore DAE?

È ormai universalmente noto che, in caso di arresto cardiocircolatorio (ACI), l’unica possibilità di salvezza per la persona colpita consiste in un intervento rapidissimo di soccorso, con massaggio cardiaco e uso di defibrillatore.

Dall’inizio delle fibrillazioni cardiache, ad ogni minuto che passa, le chance di vita della persona colpita si riducono del 10%. Un intervento di primissimo soccorso, precedente a quello del 118, che preveda l’uso di un defibrillatore DAE e di una corretta RCP (manovra di Rianimazione Cardiopolmonare Precoce, o massaggio cardiaco, guidato dallo stesso DAE) aumenta le possibilità di vita della persona colpita del 30%.

 

A differenza di quanto si pensi, l’arresto cardiaco può sopraggiungere in qualunque momento della vita, e può colpire anche chi sembra godere di ottima salute. Non sono esclusi, quindi, nemmeno gli sportivi, che conducono una vita sana e attiva. In Italia, ogni anno, sono più di 1000 gli sportivi che perdono la vita in seguito ad arresto cardiaco durante lo svolgimento dell’attività fisica.

Ecco perché il legislatore ha esteso l’obbligo di dotazione del DAE e di presenza di personale formato a tutte le ASD – sono escluse soltanto le ASD che svolgono attività sportive con ridotto impegno cardiocircolatorio, quali bocce (escluse bocce in volo), biliardo, golf, pesca sportiva di superficie, caccia sportiva, sport di tiro, giochi da tavolo e sport assimilabili.

 

  • Cosa occorre fare per Essere in Regola?

Qualunque ASD che utilizzi un impianto sportivo (come definito dall’articolo 2 del decreto Ministro dell’interno del 18 marzo 1996) per gare, competizioni e attività sportive varie, è obbligata a dotarsi di un Defibrillatore DAE (funzionante, visibile e accessibile, a cui destinare manutenzione periodica). È inoltre obbligata a procurarsi la documentazione attestante l’avvenuta frequentazione di corsi di formazione, da parte del personale, per l’uso del DAE e per il massaggio cardiaco (corso BLSD).

Il decreto Balduzzi che stabilisce l’obbligo di dotazione DAE e di formazione adeguata del personale delle ASD prevedeva una scadenza fissata inizialmente nel 2016, poi prorogata 4 volte, e definitivamente fissata nello scorso 30 giugno 2017, termine ultimo per le ASD per essere in regola con la normativa.

 

  • Cosa succede a chi non è in regola con la legge?

In caso di controlli, nell’eventualità in cui venga constatata l’assenza di personale adeguatamente formato o di defibrillatore funzionante e ben posizionato, l’ASD rischia l’interruzione delle attività sportive, l’applicazione di una multa, se non addirittura la chiusura dell’impianto sportivo.

Nel caso in cui i controlli sopraggiungano in seguito a fatti avvenuti, come il decesso di uno sportivo per arresto cardiaco, laddove la Procura della Repubblica si accerti dell’assenza del DAE (o la mancata manutenzione dello stesso, o l’assenza del personale formato) il responsabile legale dell’ASD rischia di ritrovarsi iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo.

Oltre alla responsabilità penale, anche quella civile! L’ASD, infatti, rischia di dover risarcire il danno, perché incapace di prestare soccorso immediato, come previsto dalla legge.

Anche nel caso in cui l’ASD sia coperta da assicurazione per gli infortuni, la polizza potrebbe rifiutarsi di coprire le spese di risarcimento, in quanto si troverebbe di fronte ad una chiara violazione degli obblighi di legge.

 

  • Quali agevolazioni ha chi acquista un Defibrillatore DAE?

Innanzitutto, l’ASD che acquista il Defibrillatore DAE e provvede a formare il personale con i corsi blsd adeguati può ritenersi salva dal rischio di incorrere in sanzioni, guai di natura civile e penale, e conseguenze gravissime per l’azienda, per i responsabili, i proprietari e per tutte le persone che vi lavorano.

Purtroppo, non sono previste agevolazioni fiscali per le ASD che hanno l’obbligo di dotazione DAE.

Tuttavia, oltre a mettere al sicuro il personale, i clienti e chiunque entri a contatto con l’Associazione dal rischio di Arresto Cardiaco e dalle relative conseguenza, l’ASD che acquista un Defibrillatore DAE potrà usufruire di un Bonus del 45% sul prezzo, e avrà la possibilità di Pagare a Rate (in varie soluzioni) il dispositivo salvavita.

È un’offerta che scade il prossimo 31 Agosto 2018, ed è valida solo per chi acquista da qui.

 

Per ulteriori informazioni sui DAE, sui Corsi Blsd, sulla documentazione necessaria e sugli obblighi di legge, richiedi una Consulenza Gratuita con l’esperto di DAE Italia.

Per acquistare un DAE con il Bonus del 45% ed il Pagamento A RATE, vai all’Offerta su DAE Italia.
NB: SCADE il 31 AGOSTO 2018!

>> Scopri perché il Samaritan PAD della HeartSine è il Miglior Defibrillatore al Mondo <<

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.