Bimba di 2 anni Muore per Arresto Cardiaco su Volo Alitalia

Inutili i tentativi di rianimarla. Il presidente del SIS 118, Balzanelli: “Serviva un Defibrillatore sull’Aereo”

28/08/2018

Fonte: Primapress

ROMA – Una crisi cardiaca ha stroncato la vita di una bimba libanese di 2 anni, morta oggi su un volo Alitalia partito da Beirut e diretto a Roma. La piccola era affetta da iperossaluria, una grave e rara patologia ai reni, viaggiava con una mascherina di ossigeno sulla bocca ed era diretta all’ospedale “Bambin Gesù” con un permesso sanitario per le cure. Un’infermiera della Croce Rossa a bordo dello stesso aereo le ha prestato il primo soccorso, provando a rianimarla, ma inutilmente.

Subito è stato deciso l’atterraggio d’emergenza all’aeroporto di Bari dove la bimba, in viaggio con i genitori, è stata presa in carico dal 118. I medici hanno continuato a cercare di rianimarla in un estremo tentativo di salvarla, ma non c’è stato nulla da fare: non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Sul tragico episodio è intervenuto il presidente del SIS 118, Mario Balzanelli: “Questo evento pone deve porre all’attenzione del Governo e dei competenti ministri dei Trasporti e della Sanità la necessità di varare – con criterio di massima urgenza temporale – un decreto interministeriale che preveda l’obbligo della presenza di un defibrillatore semiautomatico (DAE) a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblici e del possesso della certificazione e delle relative competenze di base riguardo l’utilizzo (certificazione Basic Life Support Defibrillation) ed i criteri di corretta interazione in tempo reale con le Centrali Operative 118 territorialmente competenti”.

Il Defibrillatore è l’unico Strumento in grado di Salvare una vita in caso di Arresto Cardiaco. E’ gia Obbligatorio per le Associazioni Sportive in Italia, ma molte NON sono in regola… << Leggi di più su questo argomento >>

Lo Stato incentiva l’acquisto dei Defibrillatori dando accesso a SGRAVI FISCALI e agevolazioni per AZIENDE, SOCIETA’ e detentori di PARTITA IVA. >> Approfondisci questo argomento <<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.