Esiste davvero il crepacuore per dolore?

La connessione sentimento sensazione stress e malattia del cuore.

Esiste quella malattia tale che possa indurre un’alterazione così grave da lacerare il cuore?

Purtroppo esiste, si chiama sindrome di Tako -Tsubo ed è un’anomalia cardiaca che si verifica con un cuore perfettamente sano ma in concomitanza purtroppo ad un evento estremamente stressante di dolore.

Una correlazione sistema nervoso simpatico cuore, cioè il sistema nervoso simpatico emette quelle molecole chiamate “ catagolamine ” in maniera esagerata , in maniera incredibilmente esagerata, tale da provocare una contrazione violenta dei cardiomiociti.

I Cardiomiociti sono le cellule muscolari cardiache che danno la contrazione cardiaca.

E questo tipo di contrazione è talmente violenta che genera una contrazione del cuore in maniera talmente forte che il cuore si deforma ed assume una forma che è quella del contenitore dei polipi che usano i giapponesi, che si chiama appunto “ Tako – Tsubo ”, un’anfora piegata su se stessa. La sindrome di Tako-Tsubo, una patologia rara anche nota come “sindrome del crepacuore”, indicata così proprio perché a provocarla può essere un particolare stress emotivo. Descritta per la prima volta agli inizi degli anni novanta, che colpisce in circa il 90% dei casi donne nell’età post-menopausa. Si stima che interessi 1-2 casi su 100 pazienti che si recano in pronto soccorso per sospetto infarto. La patologia sembra correlarsi a stress psichici intensi: forti emozioni, paura, panico, spaventi, lutti, da questo nasce il suggestivo soprannome di “sindrome da crepacuore”.

Un’anomalia cardiaca incredibile.

Un’eccessiva contrazione, determinata dal sistema nervoso simpatico, che è determinata dalla correlazione con la mente e con l’evento stressante , produce una contrazione talmente vigorosa che le coronarie si occludono e questo simula un Infarto cardiaco.

Ma la cosa più importante è che questo tipo di contrazione vigorosa, può addirittura, in casi rarissimi, provocare una lacerazione del cuore, ed è da qui che avviene, proprio appunto, il CREPACUORE.

Il crepacuore purtroppo esiste.

Esiste una cura per evitare le complicanze del crepacuore con farmaci soprattutto beta bloccanti e farmaci che possano ridurre notevolmente la forza cardiaca.

www.daeitalia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello